IL FATTO NON SUSSITE: CADONO LE ACCUSE DI BANCAROTTA FRAUDOLENTA. Il GIP di Grosseto dispone l’archiviazione del procedimento intentato verso gli amministratori di Scarlino Energia Spa
21 Novembre 2019
20 Dicembre 2019
Mostra tutti

Depositata la sentenza della Class Action contro Scarlino Energia.

La decisione del Giudice ormai è superata dai fatti, l’impianto è fermo da anni. Periccioli: “La sentenza era attesa e scontata, viste le conclusione della CTU, ma non c’è nessun effetto pratico. Stiamo lavorando per superare le obiezioni tecniche e ripartire”.

 

E’ stata depositata ieri pomeriggio presso il Tribunale ordinario di Grosseto, la sentenza n. 980/2019, pronunciata dal Giudice dott.ssa Paola Caporali, relativamente alla Class Action intentata da diversi attori della piana scarlinese contro Scarlino Energia Spa. Il dispositivo “Inibisce tutte le immissioni provenienti dall’attività dell’impianto delle convenute per cui è causa e per l’effetto inibisce la prosecuzione dell’attività del medesimo impianto nella sua attuale configurazione in quanto suscettibile di produrre le suddette immissioni”.

La sentenza era attesa e scontata per il management aziendale, in considerazione delle già note conclusioni della perizia del collegio CTU incaricato dal Giudice e non essendoci conseguenze dirette sull’operatività gestionale (l’impianto è fermo da anni) né tantomeno danni da risarcire agli attori della class action, non è detto che si provveda a ricorrere in appello, limitandosi ad una presa d’atto della sentenza. In ogni caso il da farsi verrà valutato nei prossimi giorni.

Il presidente di Scarlino Energia Spa, Moreno Periccioli, ricorda che “questa sentenza, come quelle in sede di giustizia amministrativa, fa esplicito riferimento alla “attuale configurazione impiantistica” le cui criticità evidenziate dal Consiglio di Stato nell’ultima sentenza, sono oggetto di richieste di integrazioni e chiarimenti formulate dalla Regione Toscana nel corso dell’ultima Conferenza dei Servizi. Ovviamente le sentenze si rispettano, sia quando sono a favore che quando sono avverse, ma nella fattispecie non c’è nessun effetto pratico. Da mesi stiamo lavorando per superare le obiezioni tecniche e ripartire”.