28 ottobre 2010

Il Tirreno, Cronaca di Pontedera

Antonio Pasquinucci, segretario Pd replica alle accuse sulla questione del dissociatore
«Quel progetto? Era nel programma»

PONTEDERA. «Mi dispiace se qualcuno si è "impensierito" della posizione del Pd sul tema del dissociatore». Il segretario Antonio Pasquinucci torna sulla questione di Gello. «L'idea di realizzare il dissociatore l'avevamo scritto, insieme a tutta la maggioranza, sul programma di legislatura oltre un anno fa.
Una scelta illustrata ai cittadini nel corso delle assemblee di presentazione e di costruzione del programma.
Eravamo convinti all'epoca e lo siamo a oggi, tuttavia l'apertura proprio del sindaco ai processi di partecipazione pubblica dimostra che non c'è alcun preconcetto, niente da nascondere: la discussione non potrà che essere seria ed onesta».
Per Pasquinucci la posizione del comitato è di parte: pregiudizialmente contraria all'impianto. «Una chiusura sulla base dell'idea che si debba arrivare all'opzione "rifiuti zero". Rivendichiamo l'autonomia del Pd a sostenere le proprie posizioni, un'idea della gestione dei rifiuti integrata che comprenda il trattamento termico con recupero di energia come una proposta avanzata e ambientalmente sostenibile, nell'interesse delle nostre comunità e delle generazioni future. E l'idea che un'azienda a maggioranza pubblica come Ecoforservice proponga soluzioni aziendali innovative, efficaci e in grado di misurarsi sul mercato. Il progetto del dissociatore ha queste caratteristiche».